L’under 18 battuta a Prato

Brutta sconfitta in trasferta per la squadra di Bonardi e Bersani contro una diretta concorrente, Prato Sesto, al termine di un match in cui l’atteggiamento rinunciatario ha zavorrato tutte le iniziative parmigiane.

A due minuti dal fischio di inizio i gialloblu si trovano già ad inseguire dopo che un calcio sull’ala toscana viene comodamente ricevuto e scaricato sul compagno smarcato che si incarica di segnare. La reazione gialloblu è disordinata, ma costringe i padroni di casa sulla difensiva, anche per colpa dei tanti falli commessi e sanzionati dal direttore di gara. Alcune punizioni da posizione favorevole vengono giocate in touche. A segnare al 21′ sono ancora i rossoblu che giocano velocemente una punizione sulla destra ed aprono il gioco con la difesa parmigiana che è lenta a riposizionarsi concedendo uno dei tanti 3 contro 1 che caratterizzeranno anche altri episodi dell’incontro. Altri due minuti e ancora una marcatura,  grazie a un buco preso dal Prato Sesto e a un offload nella zona centrale del campo. Al 26′ i numerosi falli dei toscani vengono puniti con un cartellino giallo e, un minuto dopo, Bondioli accorcia le distanze.

Il primo tempo si chiude sul 19 a 7.l secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo, con i padroni di casa che segnano al 7′ grazie all’ennesimo sovrannumero al largo e al 12′ su una palla persa in attacco e riportata a calci dentro all’area di meta.

Un passo indietro, quindi, dopo quello avanti di domenica scorsa e tanto lavoro da fare soprattutto dal punto di vista mentale e dell’atteggiamento per lasciarsi alle spalle al più presto questa partita.


RUGBY PARMA: 
Tamburoni, Walter, Papa (18′ st Amalfitano), Massera, Ghidini, Iemmi, Del Piano (12′ st Gutierrez), Imparato, Bandini (18′ st Brianti), Gelati (12′ st Rabaglia), Rastelli, Bondioli, Jimenez, Silvestri, Mazza; a disposizione: Petronio.

MARCATORI:
1° T: 2′ mt  Prato tr, 21′ mt Prato nt, 23′ mt Prato tr, 27′ mt Bondioli tr Iemmi
2° T: 7′ mt Prato nt, 12′ mt Prato nt

 

FOTO DI ALESSIA ARGERI

Commenti da Facebook