Under 16: “remontada” gialloblu

I paragoni calcistici non si applicano bene al rugby per la diversità delle regole di gioco e dello spirito che li anima. Ma il capovolgimento vincente (21 a 35) realizzato dalla Molino Grassi Rugby Parma nell’incontro col Rugby Colorno Junior è simile a quanto fatto dal Barcellona nel match di ritorno contro il Milan (ndr remontada, cioè rimonta, da 2-0 a 4-2).

Così mercoledì pomeriggio, nella prima delle partite di recupero del campionato d’Elite Under 16, i ragazzi di Marchi e Costella, dopo una prima meta realizzata al 3’, giocano un primo tempo lezioso, superficiale e lento, subendo dal Colorno tre belle mete, due delle quali su intercetto in azioni d’attacco del Parma. Praticamente nulle le capacità di reazione dei gialloblu. Preso atto dello stato delle cose e con il punteggio di 21 a 5 per i padroni di casa con cui si arriva al riposo, la partita sembra avviata, dunque, ad un’impossibile rimonta nel secondo tempo.

Accade, invece, un’incredibile trasformazione che, grazie alle indubbie capacità motivazionali e tattiche degli allenatori, fa sì che la squadra scesa in campo nel secondo tempo sia di tutt’altro livello rispetto allo scialbo inizio. Gli avanti gialloblu cominciano a far valere il loro peso in mischia chiusa, nelle penetrazioni e nei raggruppamenti ed i tre quarti applicano sistematicamente la profondità del gioco. Queste premesse, mantenute per tutto il secondo tempo, sono le fondamenta su cui i ragazzi della Rugby Parma costruiscono, meta dopo meta (saranno sei al termine, cinque solo nel secondo tempo), la “remontada” vincente.  Inizia Carta, al 4’, con una bella galoppata in meta, seguito da Giampellegrini al 9’ che accorciano le distanze portando i punti dei gialloblu a 15 contro i 21 dei biancorossi. È poi la volta di Ghidini, al 14’, a ridurre ad un sol punto il divario coi padroni di casa. Il sorpasso avviene grazie alla continua pressione del Parma che chiude gli avversari nei loro 22 metri. Il Colorno, in difficoltà, subisce prima la meta di Pivetti, al 20’, lesto a recuperare l’ovale in un’azione confusa nell’area di meta degli avversari, e poi commette un fallo che, trasformato da Mezzadri, porta il punteggio sul 21 a 30 per gli ospiti. La vittoria si consolida al 29’ con un bel intercetto di Colla a metà campo che, in penetrazione veloce, serve Jimenez rapido a deporre a terra la sesta ed ultima meta. Punteggio finale 21 a 35.

La partita, che ha messo a rischio le coronarie degli allenatori (e del pubblico al seguito), consente alla Molino Grassi Rugby Parma di conquistare la terza vittoria consecutiva ed altri cinque punti in classifica generale. La positiva prova di carattere dei gialloblu dimostra, ancora una volta, la correttezza delle tesi di Marchi e Costella, ossia che, applicando sistematicamente il lavoro fatto in allenamento e giocando con umiltà e  cuore, nessun risultato è precluso. I ragazzi facciano tesoro dell’esperienza in vista del prossimo ravvicinato incontro in casa col Livorno.

MOLINO GRASSI RUGBY PARMA: Giampellegrini, Mezzadri, Delpiano, Derossi, Amaniera (Carta) (Tombolato), Bolzoni, Costella, Ghidini, Calcagno, Vignali (Virginio), Maggi, Pivetti (Burani), Colla, Gelati, Bourzama (Jimenez)

MARCATORI:
1° T: 3’ mt Gelati nt, 7’ mt Colorno tr, 13’ mt Colorno tr, 25’ mt Colorno tr
2° T: 4’ mt Carta nt, 9’ mt Giampellegrini nt,  14’ mt Ghidini nt, 20’ mt Pivetti tr Mezzadri, 22’ cp Mezzadri, 29’ mt Jimenez nt

Commenti da Facebook