UNDER 16: Netto successo a Formigine

Fermo il campionato Elite, il 2019 inizia nel migliore dei modi per la squadra della Rugby Parma che partecipa al campionato regionale. La prima giornata del girone di ritorno vede infatti i giovani gialloblù di Mey e Ferrari ricominciare così come avevano finito l’anno: vincendo.

Vittima di giornata gli Highlinders Formigine, battuti in trasferta con il netto punteggio di 56-0. Il punteggio parla da solo: non c’è mai stata partita. I gialloblù, rinforzati da un paio di elementi della formazione Elite, hanno preso in mano subito le redini del gioco e non le hanno mai mollate, nemmeno nella ripresa dopo che tutti e sette i giocatori partiti dalla panchina sono entrati e nemmeno quando la squadra si è trovata in 13 per due cartellini gialli.

Ad aprire le danze è Scrimieri che sfonda dalle parti della bandierina, imitato più tardi da Alfieri, autore di una bella serpentina fra le maglie della difesa modenese. Ancora Scrimieri segna la terza meta, poi è la volta di Medioli, Barbuto, Goni e ancora Medioli. Goni riesce a trasformare solo quest’ultima meta e il tempo si chiude sul parziale di 37-0.

Nella ripresa, dopo i cambi, è Colombini a trovare l’area di meta (Montali trasforma), quindi è bravissimo Comelli (che nella ripresa è stato spostato nel ruolo di apertura) a trovare un buco e a schiacciare oltre la linea. Per ultima arriva la meta più bella: splendido calcetto a seguire di Riccardo Ferrari e altrettanto splendido lo scatto con cui Montali si fionda sull’ovale raccogliendolo e sprintando fino alla meta. Lo stesso Montali trasforma fissando il risultato finale sul 56-0.

Nessun risultato a sorpresa sugli altri campi, con i successi di Bologna, Modena e Reggio a spese di Noceto, Piacenza e Carpi.

Highlanders Formigine vs Rugby Parma: 0-56 (0-37), pt 0-5

RUGBY PARMA: Medioli, Ghidini, Barbuto, Ferrari R., Goni, Colombini,
Comelli (v. cap.), Alfieri, Aldoviti, Figliozzi (cap.), Ferrari F., Ghiretti, Alcantara, Pozzi, Scrimieri; entrati nella ripresa: Quaranta, Pacciani, Gastaldo, Montali, Pellegrini, De Sensi, Garotti. All.: Mey e Ferrari.

 

Commenti da Facebook