L’under 16 “rischia” di vincere a Perugia

La Molino Grassi Rugby Parma è stata davvero vicina alla vittoria di questo incontro iniziato male e terminato in pareggio col punteggio di 14 a 14. E’ vero però anche l’esatto contrario: infatti se i biancorossi  fossero riusciti a piazzare anche una solanto delle quattro punizioni consecutive concesse dall’arbitro nei tre minuti finali, i gialloblu sarebbero usciti sconfitti dal match.

L’incontro di campionato ospitato dal Rugby Perugia domenica 24 marzo 2013, inizia con il doveroso e sentito minuto di silenzio in ricordo di Pietro Mennea culminato con il caloroso e commosso applauso di tutto il pubblico.

I perugini partono con grinta e determinazione e gli ospiti subiscono questo atteggiamento; per tutto il primo tempo, la mischia ed i trequarti non applicano quanto richiesto dagli allenatori. A complicare la situazione, al 19’, viene espulso l’allenatore Marchi per proteste. E’ così che i padroni di casa, grazie ad errori della compagine gialloblu, riescono ad andare a segno per due volte, chiudendo il primo tempo sul 14 a 0 a loro favore.

La Rugby Parma rientra in campo rinfrancata e, senza mostrare quel gioco di cui è capace, riesce comunque a controbattere gli avversari. La prima meta nasce dopo una serie insistita di attacchi che si finalizza, al 9’, con una bella penetrazione vincente di Ghidini successivamente trasformata da Mezzadri. Al 24′ arriva la seconda meta, segnata da Bourzama, scaturita da uno dei pochi raggruppamenti vinti dal pack gialloblu . La successiva trasformazione, ancora di Mezzadri, porta in parità la squadra. È da questo punto in poi che il Parma “rischia” di vincere, sviluppando una serie di azioni che, gestite con maggiore lucidità, sarebbero sicuramente sfociate in meta. La più clamorosa, la palla capitata tra le mani di Giampellegrini, lanciato libero all’ala a una decina di metri dalla meta, che rimbalza sulle dita e si perde in touche. Da lì in poi solo i tentativi reiterati di trasformazione del Perugia sino al termine della partita che, come detto si chiude in parità.

I due punti conquistati a Perugia vanno considerati un passo in avanti in classifica anche se, visto l’incontro, più lungo poteva essere il passo. La pausa pasquale dovrà servire alla squadra per recuperare sia gli infortunati che le energie e la determinazione necessarie ad affrontare gli ultimi impegnativi match del campionato.

MOLINO GRASSI RUGBY PARMA: Capitani, Del Fante, Giampellegrini, Derossi, Mezzadri, Bolzoni, Costella, Bondioli, Ghidini, Virginio, Maggi, Pivetti, Colla, Bourzama, Jimenez.

MARCATORI:
1° T: 14’ mt Perugia tr, 17’ mt Perugia tr
2° T: 9’ mt Ghidini tr Mezzadri,  24’ mt  Bourzama tr Mezzadri

 
Created with Admarket’s flickrSLiDR.

Commenti da Facebook