Under 14: Un altro “Molino Grassi” da protagonisti

La sesta edizione del Torneo Molino Grassi Rugby Parma dedicato alla categoria under 14 è stata un vero successo organizzativo e di pubblico, oltre che, ovviamente, sportivo. Le otto squadre partecipanti, suddivise in due gironi, si son date battaglia sul campo Giuseppe Banchini fino all’imbrunire. Per l’occasione, la Rugby Parma ha schierato due formazioni e ed è arrivata ad un passo dalla riconferma del titolo, onorando così il torneo di casa.

Ma, dopo lunga attesa dovuta anche al black out del nostro sito causato dai numerosi accessi effettuati nelle giornate successive al torneo, ecco finalmente il resoconto delle varie partite disputate dalle nostre squadre:

La Rugby Parma 1, composta prevalentemente da ragazzi del 2001 e in divisa bianca, domina il proprio girone sconfiggendo con perentorietà Primavera Roma (21-0), Imperia (19-0) e Chicken di Rozzano (12-0).

Sulla carta, la prima partita con la Primavera Roma si presenta come la più impegnativa, ma capitan Maggiani chiarisce subito la questione segnando e trasformando al primo minuto (7-0). La costante occupazione della metà campo dei capitolini porta la Rugby Parma a ridosso della linea di meta fino a quando, all’ottavo, nuovamente Maggiani viola l’area avversaria, lasciando onere e onore della trasformazione a Luca Mattioli, che non fallisce (14-0). Due minuti dopo ancora Marco Maggiani completa la propria personale tripletta e trasforma (21-0), chiudendo di fatto una partita a senso unico.

Nella partita successiva, contro l’Imperia, i padroni di casa cambiano strategia e si impongono sfruttando la potenza dei ragazzi del pacchetto di mischia: infatti, proprio ripartendo da una mischia, Gabriele Carli non trova ostacoli e schiaccia in meta al 3’. Della trasformazione si incarica Marco Maggiani (7-0). Gli “All Whites” gialloblu continuano ad imporre la propria legge e all’ottavo minuto Samuele Colacino, in arte Chico, conquista la palla e si getta oltre la fatidica linea (12-0); solo il palo impedisce la trasformazione di Marco Maggiani. Assicurato il risultato, i parmigiani si rendono protagonisti di azioni insistite e di buon ritmo, con numerosi off-loads che mantengono vivo il pallone per diverse fasi. All’ultimo minuto Rocco Balestrieri attacca la linea avversaria creando una profonda ferita nella linea difensiva; gli ultimi difensori non impediscono i due-tre passaggi che portano in meta uno scatenato Gabriele Carli, con trasformazione di Marco Maggiani (19-0).

La terza partita, contro i Chicken di Rozzano, con Rocco Balestrieri capitano, vede un ritmo ridotto che fa comodo ai lombardi, che riescono a tenere in parità il risultato fino al nono minuto, quando Marco Maggiani decide di lasciare la propria impronta (5-0). Conseguito il vantaggio, la Rugby Parma alza il ritmo e tre minuti dopo, all’ultima azione, porta in meta un positivo Pietro Zurlini, che trasforma fissando il risultato sul 12-0.

Nel campo limitrofo, la Rugby Parma 2, composta per la gran parte di ragazzi del 2002, capitanata da Alberto Pattacini e in maglia gialloblu, affronta con vigore un girone piuttosto impegnativo dal punto di vista dello scontro fisico.

La prima partita, contro il Torino, vede i gialloblu soccombere (0-10) di due mete (5’ e 12’), al termine di una lunga pressione dei piemontesi ben arginata dalla difesa di casa.

La seconda partita propone il derby con l’Amatori Parma dominato dai cugini in meta per ben cinque volte e vincitori con il risultato di 0-35.

L’ultima partita del girone vede i gialloblu affrontare il Reggio Emilia, composto da giocatori di notevole stazza fisica. Nonostante la differenza e due mete subite nei primi cinque minuti (0-10), capitan Pattacini suona la carica segnando al settimo minuto (5-10) al termine di una bella azione multifase a ridosso dell’area di meta avversaria. È a questo punto che il Reggio pigia sull’acceleratore sfruttando la propria superiorità fisica e segna tre mete nei restanti cinque minuti, fissando il risultato sul 5-27.

Gli accoppiamenti risultanti dall’esito del girone prevedono che, per il settimo e l’ottavo posto, i ragazzi della Rugby Parma 2 incontrino i Chicken Rozzano. Parma inizia la partita piuttosto contratta, lasciando troppa iniziativa a un avversario alla propria portata che però trova la meta, con relativa trasformazione, al quinto minuto (0-7). Inizia così una lunga fase nella quale i giovani gialloblu, che proprio non ci stanno, danno vita ad azioni insistite senza riuscire a creare, nella difesa avversaria, il mismatch decisivo. All’ultimo minuto l’arbitro fischia una punizione nei 22 metri del Rozzano che capitan Pattacini gioca veloce per se stesso, cogliendo la difesa nel sonno e segnando la meta che avvicina al pareggio. La successiva trasformazione, affidata allo stesso Pattacini, regala il pareggio (7-7) passando qualche centimetro sopra la traversa e lasciando con il fiato sospeso il pubblico fino all’alzarsi delle bandierine dei giudici di linea.

La finale per il primo e secondo posto è la riedizione di quella dello scorso anno ma, purtroppo per noi, avrà esito opposto. Si gioca contro l’Amatori Parma che, grazie a un ottimo approccio alla partita, inizia con un ritmo indiavolato e con folate che mettono in difficoltà la Rugby Parma 1, rintanata nella propria metà campo. Al terzo minuto l’Amatori passa in vantaggio (0-7), scavando poi il definitivo solco al decimo minuto con la seconda meta (0-14). Ci si aspetta che la partita scivoli alla fine, ma i gialloblu sfoderano una rabbiosa reazione che li porta a sfiorare la meta in almeno quattro occasioni (Giovanni Bianconcini, Gabriele Carli, Scheggia e Ludovico Massolo che entra in area di meta, ma la palla sfugge in avanti) e a dominare i punti di incontro, con un Gabriele Carli ciclopico. La tanto agognata meta non arriva e il torneo se lo aggiudica l’Amatori Parma.

Ai ragazzi di Marchi e Signorini un plauso per lo spettacolo regalato al pubblico assiepato intorno ai campi di gioco del Giuseppe Banchini e l’auspicio di un pronto riscatto; note positive ce ne sono state davvero tante.

Ed ecco le due formazioni scese in campo:

RUGBY PARMA 1: Balestrieri, Bianconcini, Borges, Carli, Colacino, Fochi, Frati, Maggiani, Massolo, Mattioli, Mazza, Mussi, Patti, Rossi, Villani, Zurlini

RUGBY PARMA 2: Bianchi, Carra, Cristofori, De Giovanni, De Palma, Fanfoni, Landi, Minardi, Pattacini, Pegoiani, Rizzi, Rizzuto, Sacchetto, Sartor D., Sartor L., Stocchi, Traversa

CLASSIFICA FINALE:
1°   AMATORI PARMA RUGBY
2°   RUGBY PARMA 1
3°   CUS TORINO
4°   PRIMAVERA ROMA
5°   RUGBY REGGIO
6°   IMPERIA RUGBY
7°   RUGBY PARMA 2
8°   CHICKEN ROZZANO

A conclusione del torneo, prima del consueto terzo tempo a base delle fantastiche salsicce e patatine preparate con la consueta cura e organizzazione alla quale i valenti volontari di Casa Parma hanno ormai abituato tutti quanti, padroni di casa e ospiti,  si sono svolte le premiazioni e il premio come miglior giocatore del torneo è stato assegnato al giocatore dell’Amatori Parma, Fontana.

Il torneo ha offerto l’occasione per riconfermare il gemellaggio tra la Rugby Parma e la Primavera Roma, con le famiglie dei giovani gialloblu parmigiani che hanno ospitato i giovani gialloblu romani che, a loro volta, ricambieranno l’ospitalità in occasione della trasferta a Roma prevista per marzo 2015.

La Rugby Parma ringrazia calorosamente lo sponsor Molino Grassi,  i volontari, lo staff, i sostenitori e gli amici che hanno contribuito al successo di questa splendida giornata di sport.

UNDER 14 - Torneo Molino Grassi

Scarica l’articolo che La Gazzetta di Parma ha dedicato al Torneo

 

Commenti da Facebook