UNDER 14: 8° posto al Superchallenge di Mogliano

La scorsa settimana l’under 14 allenata da Quagliotti, TrasattiZanichelli ha partecipato alla tappa di Mogliano del Superchallenge, Ecco il resoconto di Emanuele Laghi:

“Secondo Superchallenge stagionale per l’U14. Ancora una volta i gialloblù se la dovranno vedere con le migliori squadre del centro e nord Italia. Teatro dei match è Mogliano, culla delle migliori tradizioni del rugby italiano. In questo periodo i ragazzi hanno affrontato tanti match avendo come mira l’appuntamento di oggi, con la consapevolezza che nei Superchallenge si gioca la posta più alta, autentica cartina al tornasole per capire il proprio valore.

12 squadre divise in quattro gironi da tre, alla Rugby Parma toccano il Petrarca e il Franciacorta. I primi sono ben noti, si sa che sarà molto dura, i secondi invece per noi sono sconosciuti.

Dopo un’attesa piuttosto snervante, finalmente si parte. Per primo affrontiamo il Franciacorta; in una giornata quasi estiva ci tocca il campo sintetico, non l’ideale con queste temperature.  Le squadre si affrontano a centrocampo, le forze sembrano elidersi, saranno anche degli sconosciuti, ma se sono a Mogliano vuol dire che ci daranno del filo da torcere. Un placcaggio micidiale a centro campo di Monica permette a Bordini di involarsi in meta, Crescono le urla di incitamento anche se la meta non viene trasformata. La reazione degli avversari è veemente, ci relegano in difesa per cercare in tutti i modi di pareggiare i conti, ma glielo impediamo con una difesa tosta che blocca ogni possibile passaggio. I gialloblù colpiscono in contrattacco: una bellissima azione si conclude in meta con uno splendido duetto Monica – Ugolotti; è quest’ultimo a segnare la seconda meta, ancora una volta purtroppo non trasformata. Il Franciacorta ha maggiore possesso palla, ma la Rugby Parma ha la forza di renderlo sterile e per la terza volta colpisce in contropiede: un’apertura veloce sulla sinistra sancisce il risultato finale di 15-0 per i gialloblù.

Il torneo è partito nel migliore dei modi, i ragazzi sono carichi come delle molle. E’ l’ora del match più temuto contro il Petrarca (anche per lui una vittoria sul Franciacorta). Il vincitore passerà in semifinale. Calcio d’inizio e, incredibilmente, releghiamo subito in difesa gli avversari. Rispetto al precedente match i ruoli sono invertiti ma, nonostante il costante possesso palla, non riusciamo a bucare la difesa, sono anzi gli avversari a colpirci in contropiede. Il match si ferma, Mussi ha ricevuto un forte colpo alla tempia, l’arbitro fa segno che recupererà il tempo, ma alla fine non sarà così. Ci si ferma ancora, stavolta a terra è un giocatore del Petrarca. E’ una partita strana e l’arbitro incomprensibilmente ci punisce con un calcio a favore dei padovani che si portano così sul 10-0. I gialloblù giocano veramente bene e fanno di tutto per recuperare lo svantaggio, ma va riconosciuta agli avversari una difesa inespugnabile. I nostri ragazzi danno l’impressione di segnare da un momento all’altro, invece è il Petrarca a colpire ancora in contropiede. Finisce 17-0, siamo tristi ma usciamo a testa alta con la consapevolezza di aver costretto costantemente in difesa una delle migliori squadre d’Italia. Purtroppo però non è bastato.

Si torna a giocare dopo pranzo, la squadra avversaria è il Rugby Casale, si gioca per il 5°-6° posto. Temiamo che i ragazzi abbiano perso la determinazione della mattina, ma non è così, anzi partono in tromba e con una bella azione al largo mandano velocemente in meta Simoni, ma non sembra giornata per le trasformazioni. La Rugby Parma continua a macinare gioco e va a segno ancora con una meta sotto ai pali di Ugolotti, meta che viene finalmente trasformata per il 12-0. A questo punto però cala la concentrazione e il Casale quatto quatto ne approfitta andando a marcare con una delle ali due mete fotocopia grazie alla difesa che lo sta a guardare. Incredibilmente finisce 12 pari, ma passa il Casale per la minore età dei giocatori.

A questo punto, giocando per il 7°-8° posto ci troviamo ad affrontare i padroni di casa del Mogliano. Di nuovo si ha la sensazione che i nostri ragazzi possano fare un sol boccone degli avversari. L’arbitraggio spezza costantemente il gioco e i fischi sono a senso unico. I gialloblù hanno ancora un po’ di benzina nelle gambe e segnano due volte con altrettante trasformazioni; sembra fatta, ma ancora una volta riusciamo a buttare alle ortiche una partita già in tasca, con due contropiedi che permettono al Mogliano di pareggiare i conti. Finisce 14-14 ed ancora una volta “l’anagrafe” ci dà torto.

Chiudiamo il torneo all’8° posto e sembra incredibile perché alla fine i nostri ragazzi hanno perso soltanto una partita. I ragazzi hanno fatto una buona esperienza, prendendo coscienza della propria forza. Rimane l’amaro in bocca per avere raccolto così poco a fronte di un così bel gioco espresso”.

RUGBY PARMA: Faedda, Laghi, Simoni (cap.), Bordini, Cantoni, Calvi, Mussi (v. cap.), Monica, Melegari, Cocchi, Ghiretti, Zanni, Vietta, Bassi, Ugolotti; entrati durante gli incontri: Drago, Fuda, De Simone, Barbarini, Dodi, Magnani, Ferraguti.

 

Commenti da Facebook