L’under 14 a valanga contro il Reggio

La Rugby Parma travolge il Rugby Reggio in entrambe le partite in programma sabato 14 Febbraio, presso l’impianto di Moletolo. Complessivamente, si contano 160 punti a zero, con la prima partita tra le classi 2001 terminata 81-0, la seconda, con i 2002, terminata 79-0. I risultati dicono tutto sull’andamento delle partite, testimoniando che sarebbe necessario ridisegnare i campionati per consentire alle squadre di potersi confrontare con avversari che possano stimolare l’innalzamento del livello.

In un pomeriggio freddo, umido e nebbioso iniziano i 2001, schierati con la casacca bianca e capitanati da  Luca Adorni. In tutta la partita i gialloblu si troveranno per una sola volta nella propria metà campo, il resto è un monologo che procede a ondate e folate, con Reggio abile solo nella prima difesa intorno al raggruppamento; non appena la palla viene aperta, a meno di errori di handling, l’esito è la marcatura. La cronaca è così la rilevazione del susseguirsi della segnature di Parma, che iniziano al 2′ con Simone Sacchetto e trasformazione di Marco Maggiani (7-0) da una palla recuperata su un raggruppamento a seguito di una mischia persa. Si prosegue con la meta di Marco Maggiani trasformata da Luca Adorni (14-0) al 5′, la meta di Luca Adorni (19-0) al 7′, di nuovo Marco Maggiani all’11’, trasformata dallo stesso Marco Maggiani (26-0), la prima meta della stagione di Giacomo Rossi, trasformata da Luca Adorni (33-0) al 15′, la meta di Simone Sacchetto al 21′ (38-0), la meta di Samuele Colacino, che da buon ex non rinuncia mai a farsi rimpiangere, al 25′ del primo tempo, fissando il risultato della prima frazione in un eloquente 43-0.

Non cambia il copione nella seconda parte, che inizia con la più bella azione di giornata, siglata da Pietro Zurlini, trasformata da Luca Adorni (50-0). In questa fase Pietro Zurlini, recuperando un calcio di liberazione, attacca la linea, calcia per se stesso con un preciso grabber tra ala ed estremo rossoneri e con una bruciante accelerazione recupera il calcio, depositando l’ovale in mezzo ai pali. Al 9′ Marco Maggiani (55-0) sigla la propria tripletta, al 15′ è il turno di Alberto Pattacini (60-0), al 17′ segna Pietro Zurlini sulla bandierina con pregevole trasformazione di Luca Adorni (67-0), al 20′ ancora Pietro Zurlini con trasformazione di Alberto Pattacini (74-0). Il monologo si conclude con la quarta meta di Marco Maggiani, che pure trasforma, fissando il finale su un 81-0 che non necessita di altre parole.

La seconda partita vede i ragazzi portati in campo da Nicolò Signorini in casacca gialloblu e capitanati da Lorenzo Cristofori. Il dominio della Rugby Parma inizia al 2′, con la meta di Gianmarco Mazza trasformata da Matteo Sorio (7-0), doppiata dallo stesso Gianmarco Mazza al 9′, con trasformazione di Luca Mattioli (14-0); in quest’azione Gianmarco opera uno slalom pregevole battendo sei difensori. Al 15′ segna Davide Sartori (19-0), al 17′ Matteo Sorio con trasformazione di Luca Mattioli (26-0), al 24′ ancora Davide Sartori con trasformazione di Matteo Sorio (33-0), al 25′ Davide Sartori, che chiude il primo tempo sul 38-0.

Il dominio prosegue al 2′ del secondo tempo con la terza meta di Gianmarco Mazza (43-0), al 6′ con la meta di Matteo Sorio (48-0), al 13′ con la meta di Filippo Mussi (53-0), al 16′ con la meta del rientrante Cesare Borges, trasformata da Davide Sartori (60-0), al 19′ minuto con la meta di capitan Lorenzo Cristofori (65-0), al 24′ con la meta di Davide Sartori trasformata da Dario De Palma (72-0), al 25′ chiude le danze Matteo Sorio con trasformazione di Francesco Rizzi (79-0).

Nel percorso verso i più probanti appuntamenti primaverili, positivo il fatto di non avere concesso punti e di non avere calato di intensità in entrambe le partite.

FOTO DI NICOLA BIANCONCINI

Commenti da Facebook