Trasferta amara per la prima squadra

La Rugby Parma rientra da Jesi con il solo punto di bonus difensivo al termine di una partita che i gialloblu non sono riusciti a incanalare nei giusti binari nonostante la netta superiorità in mischia chiusa. La mediana non ha saputo sfruttare a dovere questa superiorità e non é riuscita a imporre i ritmi e il gioco dei tre quarti a cui siamo abituati. Lo Jesi, dal canto suo, ha impostato la partita sullo scontro fisico al limite e, a tratti, oltre il regolamento.

Partenza favorevole ai gialloblu di Mono Gutierrez e Leone Larini che già dopo tre minuti muovono lo score con un piazzato da posizione centrale. Il gioco si sviluppa prevalentamente nella metá campo jesina con i padroni di casa che provano a piazzare, anche da posizioni difficili, le punizioni accordate dal direttore di gara senza peraltro mai centrare i pali. Al 15′ giunge il meritato pareggio con i parmigiani che arretrano la posizione in campo, anche per colpa di errori di handling e di scelte tattiche non appropriate. Bisogna aspettare fino alla fine del parziale per vedere il tabellone muoversi di nuovo grazie ad una maul parmigiana che spinge Uriati oltre la linea di meta. Si va così al riposo sul parziale di 3 a 10 a favore degli ospiti.

La partita sembra prendere la giusta direzione ma, al 10′ del secondo tempo, Marchica, appena subentrato a Mattucci, viene sanzionato con un cartellino giallo per un fallo nei 22. Un minuto dopo lo Jesi pareggia con una meta di carrettino contestata dai giocatori parmigiani per un in avanti. La compagine di capitan Quagliotti accusa il colpo e si disunisce, ma riesce comunque ad imbastire un’azione che viene fermata a pochi centimetri dalla linea di meta. Al 72′ qrriva la punizone decisiva per il punteggio finale che i marchigiani mettono a segno da posizione centrale. L’ultimo attacco sotto i pali dei padroni di casa avrebbe potuto regalare la vittoria ai gialloblu, ma, dopo una serie di calci di punizione, una mischia ordinata vinta con facilità viene malamente sprecata in fase di impostazione della manovra di attacco.

“La squadra non è stata la stessa della scorsa settimana – ha commentato Mono Gutierrez a fine incontro – C’è stato un grave errore di gestione. Per quanto riguarda la mischia, si son visti i risultati del lavoro fatto in settimana, ma bisogna assolutamente continuare a lavorare e entrare mentalmente in modo definitivo in Serie B”.

“Pessima prova del triangolo allargato che ha subito il gioco al piede avversario – ha aggiunto Leo Larini – Abbiamo assistito ad una prova opaca di tutti i trequarti che si sono dimostrati poco incisivi e molto imprecisi nei pochi break presi”.

Un ulteriore bagno di umiltá, dunque, dopo la sconfitta di domenica scorsa per sottolineare, se ce ne fosse bisogno, che le vittorie si conquistano sul campo e lavorando duro in settimana.

MAN OF THE MATCH: Simone Castagneti (pilone)

RUGBY PARMA: Trasatti (Fontana ’45), Basso (Dapra ‘ 60), Zanichelli, Rosi, Larini P., Ferrari F., Barbuti (Larini L. ’52), Uriati, Ferrari D. (Loreti ’40), Faraj, Hauser (Esposito ’20), Mattucci (Marchica ’52), Castagneti, Quagliotti, Pelagatti (Bazzali ’60)

MARCATORI:
1° T:
3′ cp Quagliotti, 15′ cp Jesi, 40” mt Uriati tr Quagliotti
2° T: 20′ mt Jesi tr, 72′ cp Jesi

 
Created with Admarket’s flickrSLiDR.
Foto di Alberto Basi

Commenti da Facebook