Rugby Parma corsara a Capoterra

Importante vittoria sul difficile campo sardo dell’Amatori Capoterra seppur con un punteggio che non rende pienamente giustizia alla superiorità che i gialloblu hanno mostrato in campo grazie ad un pack che ha condotto le danze per lunghi tratti dell’incontro.

Al 2′ i gialloblu falliscono la prima occasione per andare in vantaggio. I nostri aumentano la pressione e costringono spesso al fallo i sardi che al 7′ devono capitolare al termine di una maul ben portata dai 5 metri. Capoterra accorcia 6 minuti dopo con un calcio centrale da lunga distanza. Al 20′ la mischia gialloblu ruggisce di nuovo con un’altra meta in spinta che porta il gap a 9 punti. I padroni di casa provano ad accorciare, ma un piazzato finisce fuori; un minuto dopo, approfittando di uno svarione centrale della difesa ospite, dopo una bella serie di offload, segnano tra i pali, portandosi sul 10-12. I gialloblu sembrano perdere di incisività e commettono qualche fallo di troppo, sanzionato dall’ottimo arbitro Perugini con un calcio che vale il sorpasso da parte dei sardi. Il vantaggio dura solo una manciata di minuti: al 32′, infatti, un calcio di punizione, con relativo cartellino giallo per falli ripetuti,  offre a Savina l’occasione di riportare in vantaggio la Rugby Parma. Sul 13-15 si chiude il parziale.

Nel secondo tempo i ducali riprendono a macinare gioco con i primi 5 uomini a imbrigliare la mischia avversaria, ma senza riuscire a concretizzare le chiare occasioni da meta. Si arriva così al 27′ quando Manganiello, ottimamente lanciato da Quagliotti,  calcia un lungo grubber in area di meta e, bruciando in velocità i diretti avversari, segna per il 13-20. Ultimo furioso assalto nel finale di partita con Capoterra che cerca la meta del pareggio e i gialloblu che si difendono nei 5 metri. Qualche colpo proibito da entrambe le parti costa il giallo a un flanker sardo e a Soffredini e la partita si chiude senza ulteriori segnature.

E’ stata una trasferta ben organizzata – ha dichiarato il team manager Mono Gutierrez – Personalmente alla vigilia della partenza ero molto preoccupato, perché non riusciamo ancora a capire se, in trasferte così lontane, sia utile partire il giorno prima o no. La squadra ha risposto molto bene alla trasferta in giornata, evidentemente vedere che era tutto ben organizzato ha permesso ai ragazzi di pensare soltanto alla partita senza altre preoccupazioni. Dal punto di vista sportivo, tecnico e tattico si vede l’importante lavoro che stanno facendo i due tecnici. La squadra ha avuto degli alti e dei bassi, ma ora si sta rodando e sta lavorando bene. Dal punto di vista mentale, ci vuole ancora un po’ di lavoro autonomo per imparare a gestire determinate situazioni in campo. Oggi abbiamo praticamente dominato durante tutto il secondo tempo e la nostra mischia ha saputo tenere testa a quella che secondo me è una delle più forti del nostro girone. Purtroppo abbiamo sprecato questo dominio negli ultimi 15′ dell’incontro, quando ci siamo trovati a dover difendere la nostra area di meta nei nostri 22 per colpa dei troppi calci di punizione. Siamo comunque riusciti a risolvere anche questa situazione. Domenica prossima ci aspetta un’altra partita molto tosta, contro il Piacenza. Vedremo…

Quattro punti molto importanti, dunque, raccolti su un campo difficile al termine di una trasferta impegnativa anche dal punto di vista logistico, punti che allontanano la Rugby Parma dai bassifondi della classifica e le permettono di rimanere agganciata al gruppo di centro classifica.

SCARICA I RISULTATI DELLA GIORNATA E  LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Punteggio: 13-20 (pt 13-15)

Arbitro: Giampiero Perugini

MAN OF THE MATCH: Gustavo Cardozo (seconda linea)

RUGBY PARMA: Fontana, Manganiello, Rosi (25′ st Quagliotti), Padovani, Zanichelli, Savina, Gozzi, Soffredini, Cavazzini, Busetto (35′ st Slawitz), Cardozo, Caselli (15′ st Esposito), Marku (25′ st De Rosa), Sanfelici (25′ st Zito), Pelagatti (15′ st Palma); a disposizione: Iemmi.

MARCATORI:
1° T: 7′ mt Busetto tr Savina, 13′ cp Capoterra, 20′ mt Busetto nt, 25′ mt Capoterra tr, 27′ cp Capoterra, 32′ cp Savina
2° T: 27′ mt Manganiello nt

 

Commenti da Facebook