Rugby Parma batte Jesi 25 a 7

Buon inizio di campionato per la Rugby Parma che riesce ad espugnare l’ostico campo dello Jesi. I gialloblu, dopo un inizio difficile a causa dei molti fallì commessi, riescono a sciogliersi  e a comandare il gioco sino a fine partita.

L’incontro inizia con lo Jesi che va in meta al 12′ a causa di una difesa molle e poco aggressiva. Questo serve a dar la sveglia ai ragazzi di capitan Barbuti che, senza entusiasmare, cominciano a sviluppare i loro gioco. I gialloblu riescono a segnare i primi tre punti solo al 32′ con un calcio piazzato di Alessio Vaccari. Al 38′ arriva la prima meta segnata dal giovane Federico Ferrari (talento del nostro vivaio) e trasformata da Vaccari. Si conclude così il primo tempo con i tecnici Mono Gutierrez e Leo Larini per nulla soddisfatti di quanto la squadra ha espresso fino a quel momento.

Con l’inizio del secondo tempo, i gialloblu mostrano maggior aggressività sui punti d’incontro, maggior disciplina e velocità nel gioco che valgono prima un calcio piazzato al 16′, immancabilmente trasformato da Vaccari, poi un netto dominio territoriale, infine due mete segnate la prima (al 27′)  grazie a un grandissimo lavoro di maul dinamica della mischia e la seconda (al 35′) ispirata da un’intuizione del numero otto Uriati che con un cambio di direzione e sottomano “alla Sonny B. Williams” manda in meta l’ottimo Davide Daddo Ferrari.

Chi ben comincia è a metà dell’opera! Ora si continua con il lavoro settimanale in campo per preparare la stimolante partita casalinga contro il Firenze 1931.

MAN OF THE MATCH: Michael Loreti (flanker)

RUGBY PARMA: Zanichelli (Fontana), Rancan, Rosi, Vaccari, Trasatti (Ippolito), Ferrari F., Barbuti, Uriati, Faraj (Esposito), Loreti, Ferrari J., Pellegrino (Ferrari D.), Poletti, Bersani, Castagneti (Quagliotti); a disposizione: Gemigniani, Taddia.

MARCATORI:
1° T:
12′ mtr Jesi, 32′ cp Vaccari , 38′ mt Ferrari F. tr Vaccari
2° T: 16′ cp Vaccari, 27′ mt tecnica tr Vaccari, 36′ mnt Ferrari D.

 
Created with Admarket’s flickrSLiDR.

Commenti da Facebook