PRIMO XV: Sconfitta casalinga

Deciso passo indietro rispetto alla buona prestazione di Civitavecchia da parte della squadra del Presidente Borri che perde l’imbattibilità casalinga contro la seconda in classifica, tuttora imbattuta: il Florentia.

Nei primi 12 minuti i gialloblù servono su un piatto d’argento agli avversari la possibilità di mettere a frutto le loro giocate preferite e più redditizie, cioè le touche in zona di attacco con conseguente carrettino che fruttano loro tre mete fotocopia non trasformate dal calciatore toscano impreciso per tutto il primo tempo. L’intermezzo di Righi Riva con due piazzati all’8′ e al 16′ permette di diminuire il gap (6-15). Il pack di casa fatica non poco a contenere quello ospite, visibilmente più pesante, sia in mischia ordinata che nei breakdown. Eppure, le rare volte in cui i gialloblù lanciano i trequarti in multifase, per la difesa del Florentia sono grattacapi, ma manca la continuità e la pazienza nel seguire il piano di gioco. Al 32′ Manganiello beffa l’estremo ospite su un rimbalzo e segna sulla sinistra. Sull’11-15 la partita sembra essere ancora in equilibrio, ma dopo solo 4′ i gialloblù si fanno infilare da una delle rarissime azioni alla mano degli avversari che, con un bell’incrocio, saltano la difesa di casa e allungano di nuovo per l’11-20 con cui si va al riposo.

La ripresa segue lo stesso canovaccio. La Rugby Parma accorcia ancora con un piazzato di Righi Riva dai 30 metri, ma Florentia ribatte con un calcio dell’apertura Valente che, probabilmente più rilassato grazie al bonus mete già incassato, è decisamente più preciso rispetto alla prima frazione. Da questo momento fino al 30′, si assiste al miglior momento dei gialloblù, con i trequarti che imbastiscono belle azioni con cui si fanno pericolosi un paio di volte con Rosi e Pelagatti, senza riuscire però a marcare con la difesa toscana che riesce a metterci una pezza con mestiere e a cui vengono condonati diversi falli di antigioco a ridosso della propria linea di meta. La svolta definitiva si ha quando la Rugby Parma si intestardisce a voler segnare in maul contro una mischia ben più esperta ed attrezzata, fallendo l’obiettivo. I cambi effettuati dalla panchina non migliorano lo squilibrio, soprattutto tra gli avanti, e quasi tutte le mischie ordinate diventano calci a favore per gli ospiti che aumentano il distacco smorzando le speranze di rimonta. Due calci, al 30′ e al 33′, scavano il solco definitivo che si allarga con la meta finale sotto ai pali, frutto di un calcio a seguire che il capitano bianco viola raccoglie abilmente.

Ecco il commento di Liviu Pascu alla prestazione della squadra: “Indipendentemente dal risultato della partita, i ragazzi oggi hanno difeso, combattuto e messo il cuore in campo fino alla fine. Il Florentia ha dimostrato di essere molto più forte di noi in mischia chiusa, in touche e in rolling maul e ci ha messo in difficoltà. In attacco abbiamo sbagliato perché abbiamo fatto il loro gioco, andando a dar battaglia proprio nei loro punti forti, mentre avremmo potuto tenere di più il possesso e metterli in difficoltà come abbiamo dimostrato di saper fare quando abbiamo mosso il pallone. Invece, presi dall’entusiasmo, l’abbiamo messa troppo sul piano fisico dove loro erano nettamente più forti di noi. I ragazzi stanno crescendo e impareranno a capire che bisogna sfruttare di più i nostri punti forti e non quelli degli avversari. Siamo una squadra giovane, questa esperienza servirà a tutti quanti da lezione“.

“Il punto di forza dei nostri avversari di oggi era la mischia. I nostri ragazzi si sono impegnati moltissimo in difesa però non hanno rispettato il piano di gioco stabilito – queste le parole di “Mono” GutierrezVisto che la formazione titolare era la stessa che abbiamo schierato a Civitavecchia otto giorni fa, penso che siano l’inesperienza e la giovane età della squadra a non permetterci di dare continuità al nostro gioco da una domenica all’altra. Sicuramente, da parte nostra, dobbiamo continuare a lavorare per far crescere questi giovani, però è altrettanto necessario che loro facciano la loro parte.

La pausa che il calendario prevede per la settimana prossima cade a proposito per poter lavorare intensamente su tutti i punti che non hanno funzionato e per ricaricarsi fisicamente e mentalmente in modo da riprendere la marcia con la giusta attitudine già tra 14 giorni sul campo di Jesi.

RUGBY PARMA: Righi Riva, Pelizza, Rosi, Zanichelli (v. cap.), Manganiello (4′ st Tucconi), Pelagatti S. (cap.), Guatelli (2′ st Calabrese), Slawitz, Derossi, Cavazzini (1′ st Bondioli), Benchea C.,, Benchea A. (11′ st Colla), Cammi (20′ st Palma), Silvestri (2′ st Strina), Zanetti (8′ st Bersani). All.: Pascu, Gutierrez.

FLORENTIA RUGBY: Bastiani, Stefanini G. (35′ st Martini), Ferrara, Stefanini F., Fei (35′ st Cencetti), Valente (cap.), Bernacchioni, Gatta (v. cap.), Baggiani, (35′ st Ardori) Timperanza (20′ st Falchini), Zonta, Palmiotto (10′ st Rialti), Tangredi (20′ st Ciaramelletti), Guidotti (20′ st Spatola), Nannini. All.: Ferraro

Arbitro: Andrea Palladino (TO)

Rugby Parma vs Florentia Rugby: 17-36 (11-20), pt 0-5

MARCATORI: 
1° T: 3′ mt Stefanini F. nt, 5′ mt Bernacchioni nt, 8′ cp Righi Riva, 12′ mt Baggiani nt, 16′ cp Righi Riva, 32′ mt Manganiello nt, 36′ mt Bastiani nt
2° T: 7′ cp Righi Riva, 11′ cp Valente, 23′ cp Righi Riva, 30′ cp Valente, 33′ cp Valente, 38′ mt Valente tr Valente,

NOTE: 11′ giallo a De Rossi

Scarica l’articolo della Gazzetta di Parma

 

 

Commenti da Facebook