PRIMO XV: Ottima prestazione in casa della capolista

La trasferta romagnola si rivela avara di soddisfazioni per i ragazzi di Liviu Pascu e Mono Gutierrez che, a fronte di un’ottima prestazione che ha messo in seria difficoltà la capolista, si sono visti negare anche il punto di bonus difensivo che sarebbe stato il bottino minimo davvero meritato in casa dei “Galletti” romagnoli. Ma la sorte e qualche fetta di parsòt (refrain ripetuto allo sfinimento da un pittoresco tifoso locale) sugli occhi giusti hanno deciso diversamente.

Sicuramente, dal punto di vista della disciplina, come già dimostrato in altre occasioni, la nostra giovane squadra deve imparare a non offrire all’avversario la possibilità di usufruire di comodi calci di punizione che offrono facili occasioni da meta. Da parte loro, invece, gli avversari di turno sono stati impeccabili, se è vero che alla mezz’ora non avevano ancora commesso alcun fallo contro i 12 degli ospiti.

La prima parte di gara è di marca gialloblù, con Silvestri che, al 4′, segna sfruttando una maul nella zona centrale del campo. I trequarti emiliani giostrano con disinvoltura costringendo i romagnoli a tamponare le giocate ampie e ficcanti. Al 9′, la prima delle mete dei padroni di casa, con un carrettino sulla sinistra. La mischia gialloblù regge al cospetto del temuto pack di casa, ma nelle zone cruciali, in prossimità della linea di meta, viene fermata per tre volte da un fallo in attacco in mischia chiusa. Al 26′ il cartellino giallo a Cosmin Benchea per falli ripetuti e 4 minuti più tardi, in inferiorità numerica, la seconda meta avversaria, ancora in spinta, dopo una lunga difesa sulla linea da parte dei parmigiani. al 38′, Righi Riva accorcia le distanze con un piazzato per il 12-8 con cui si va al riposo.

Il secondo tempo si apre ancora con Righi Riva che accorcia ulteriormente con un altro calcio da posizione centrale per il 12-11 con cui si arriva fino a metà frazione quando, sempre in maul, i romagnoli prendono il largo nel punteggio. I cambi, questa volta, non aiutano la mischia gialloblù che va in difficoltà, non riuscendo più a contrastare efficacemente quella avversaria cui riesce facile giocare per il fallo. A quattro minuti dal termine, la meta del bonus offensivo del Romagna che, contemporaneamente, toglie quello difensivo alla Rugby Parma, bonus che, come già detto, sarebbe stato strameritato per quanto visto in campo.

Molto contento coach Pascu che ha così commentato l’incontro: “Sono davvero molto soddisfatto per l’atteggiamento con cui i ragazzi sono scesi in campo. Hanno funzionato bene tutti i reparti: buona la mischia, buona la touche, buono il gioco dei trequarti. Abbiamo difeso molto bene e l’unico errore che abbiamo commesso e che ci è costato la partita sono stati i troppi falli che hanno permesso agli avversari di riuscire ad entrare nella nostra metà campo. Adesso i ragazzi si meritano un po’ di riposo dopo tre mesi molto intensi. Poi a inizio gennaio test fisici e preparazione per il primo match del 2019 avendo sempre come obiettivo la crescita di tutto il gruppo”.

Molto soddisfatto anche coach Gutierrez che però, da arbitro lui stesso, non nasconde più di un pizzico di rabbia per la direzione arbitrale. “Purtroppo alle volte tocca giocare contro 16 avversari e non contro 15 e su questo noi non possiamo fare nulla, non lo fa la Federazione. I ragazzi hanno risposto bene a tutto il lavoro che stiamo facendo. In campo si sono visti grandi progressi sia in mischia che in touche, in gioco aperto e nell’uno contro uno. Onestamente oggi non mi è sembrato di avere davanti la mischia ritenuta più forte del nostro girone. Torniamo a casa con l’amaro in bocca e personalmente mi pesa molto. In 11 anni da allenatore, è stata la prima volta in cui mi sono sbilanciato prima di una partita scommettendo sulla nostra vittoria, purtroppo negata dalla direzione arbitrale.”

Zero punti in classifica che, anche se accompagnati dai complimenti degli sportivi tecnici romagnoli, lasciano la Rugby Parma al 6° posto a due lunghezze dall’Amatori, prossimo avversario al rientro dalla pausa natalizia, il 13 gennaio, giorno in cui si festeggia Sant’Ilario, patrono di Parma.

RUGBY PARMA: Righi Riva, Massera (62’ Gasparri), Zanichelli (v. cap.), Calabrese (32’ Tucconi), Pelizza, Pelagatti (cap. 66’ Quagliotti), Manganiello, Bondioli, Derossi (62’ Cavazzini), Slawitz, Benchea A., Benchea C., De Rosa (69’ Bersani), Silvestri (51’ Cammi), Bersani (58’ Palma). All.: Pascu, Gutierrez.

ROMAGNA RFC: Donati, Di Franco (59’ Martinelli), Fiori (v. cap.), Di Lena (26’ Greene), Tauro, Gallo, Onofri, Maroncelli, Bertoni (62’ Scermino), Lamptey (51’ Buzzone), Baldassari (56’ Coppola), Sgarzi (cap.), Fantini, Manuzi (60’ Velato), Pirini (59’ Urbinati). All.: Luci.

Arbitro: Gianmarco Toneatto (UD)

Romagna Rfc vs Rugby Parma: 24-11 (12-8), pt 5-0

MARCATORI:
1° T: 4’ mt Silvestri nt, 9’ mt Maroncelli tr Gallo, 30’ mt Tauro nt, 38’ cp Righi Riva
2° T: 2’ cp Righi Riva, 20’ mt Manuzi nt, 36’ mt Velato tr Gallo.

NOTE: 26’ giallo Benchea C.

Leggi l’articolo della Gazzetta di Parma

Commenti da Facebook