PRIMO XV: Alla fine vince Modena

Prima trasferta della stagione e prima sconfitta per il XV di Liviu Pascu e Mono Gutierrez che deve accontentarsi del punto di bonus difensivo al termine di un incontro condotto al comando per 70 degli 80 minuti regolamentari.

La mischia chiusa ha dominato quella avversaria, mentre è stata una giornata negativa per la touche gialloblù e i trequarti non sono quasi mai riusciti ad imbastire giocate efficaci, anche per merito della difesa di casa aggressiva sui punti di incontro.

Il primo tempo è di marca parmigiana, anche se ad un predominio territoriale non corrispondono altrettante occasioni nitide da meta. Al 7′ ci prova il Modena con un piazzato dalla lunga distanza che va fuori bersaglio. Non sbaglia invece Silvestri che al 12′ segna sulla destra dopo una serie di percussioni a ridosso della linea di meta. I minuti trascorrono con la Rugby Parma che sembra sul punto di allungare, ma a cui manca sempre qualcosa per arrivare al bersaglio. Così Modena, approfittando di una delle rare incursioni nei 22 avversari,  gioca una maul e un paio di percussioni per poi aprire la palla e trovare facilmente la via della meta in zona centrale. Il vantaggio dura poco più di un minuto. Sul rilancio del gioco la palla viene aperta verso sinistra. Pelagatti finta il passaggio e attacca la linea trovando il varco per la meta del controsorpasso.  Il parziale si chiude sul 12 a 7 e con l’impressione che il match non possa sfuggire dalle mani gialloblù.

Al 3′ della ripresa il pack ospite spinge quello di casa in mischia chiusa fin quasi sulla linea di meta, ma viene fermato da un incomprensibile fischio arbitrale e privato così di una più che probabile segnatura. Dopo 5 minuti, Righi Riva allunga ancora con un piazzato dai 22. Cominciano i cambi e la superiorità in mischia non è più così evidente. I modenesi iniziano a credere nella rimonta e giocano con maggior determinazione e lucidità rispetto ai gialloblù che, da parte loro, sembrano in crisi mentale ancor più che fisica. Il giallo a Cardozo, appena entrato, sbilancia definitivamente le sorti del match. Al 25′ i modenesi giocano una maul in zona di attacco, ma lasciano cadere la palla in avanti senza che il fallo venga rilevato; l’ovale viene quindi raccolto da terra e passato dal mediano di casa al centro che buca senza difficoltà la difesa ospite andando a schiacciare sotto ai pali. A questo punto, i gialloblù reagiscono in modo confuso e vengono sanzionati con due calci di punizione, dei quali solo il primo viene piazzato per il sorpasso definitivo sul 17-15. Inutili i tentativi finali per rimediare in extremis e partita che si chiude senza altre segnature.

Liviu Pascu a fine match: “Sono contento del primo tempo in cui i ragazzi sono andati molto bene in difesa e bene anche in attacco anche se ci siamo lasciati sfuggire un paio di occasioni. Nel secondo tempo invece, dopo i cambi, abbiamo mancato di organizzazione e disciplina, soprattutto in difesa. I tanti calci di punizione che abbiamo preso ci hanno costretti a giocare sempre nella nostra metà campo mantenendoci costantemente sotto pressione. Sapevamo che Modena è una bella squadra e che sarebbe stata una partita dura, però brucia perdere così, all’ultimo minuto, quando sei dominante in mischia e anche nel gioco e poi smetti di giocare e riesci a prendere 15 calci di punizione in 40 minuti. Ora ci aspetta una trasferta molto difficile: Civitavecchia ha una squadra ben organizzata che può contare anche su tre o quattro giocatori passati dalle Fiamme Oro. Come ogni domenica noi ce la metteremo tutta”.

Questo il commento del capitano, Samuele Pelagatti: “Avevamo un buon controllo, anche se non totale, della partita e dovevamo gestirlo diversamente. Come in ogni incontro, siamo padroni del nostro destino e oggi abbiamo deciso insieme di perdere. Quando giochiamo tutti insieme riusciamo a fare bene, quando invece ci sleghiamo, come abbiamo fatto nel secondo tempo, non andiamo da nessuna parte. Dobbiamo ancora lavorare tanto; non possiamo pensare di essere arrivati solo perché abbiamo battuto le due ultime in classifica. I risultati arrivano col lavoro, in allenamento e in campo e ogni settimana dobbiamo impegnarci come se la domenica dovessimo sempre affrontare la capolista”.

C’è senza dubbio molto da lavorare, anche sul piano mentale, per arrivare a livelli di gioco che permettano di competere con le migliori. Già domenica prossima ci sarà un test importante contro l’imbattuta Civitavecchia, un’occasione per i giovani gialloblù per testare le proprie ambizioni e le proprie capacità.

RUGBY PARMA: Zanichelli (V), Imparato (13′ st Massera), Rosi (29′ st Guatelli), Pelizza, Manganiello, Pelagatti S. (C), Righi Riva, Slawitz, Benchea C., Derossi, Bondioli (21′ st Cardozo), Benchea A. (9′ st Colla), Cammi (3′ st Bersani), Silvestri, Palma (17′ st Strina); n.e. Gutierrez. All.: Pascu, Gutierrez.

MODENA RUGBY: Biskupec, Petti, Michelini (V), Uguzzoni (12′ st Moroni), Pianigiani (10′ st Guadagnini), Caiti, Esposito (1′ st Utini), Covi (C), Venturelli, Cojocari, Mariani (33′ st D’Elia), Maiga (20′ st Salardi), Malisano (20′ st Morelli), Rodriguez, Righi (15′ st Rizzi). All.: Ivanciuc.

Arbitro: Barbara Guastini (PO)

Modena Rugby vs Rugby Parma: 17-15 (7-12), pt 4-1

MARCATORI: 
1° T: 12′ mt Silvestri nt, 38′ mt Petti tr Esposito, 40′ mt Pelagatti tr Rghi Rica
2° T: 8′ con Righi Riva, 25′ mt Guadagnini tr Michelini, 29′ cp Michelini

Note: 62′ giallo Cardozo

Scarica l’articolo della Gazzetta di Parma

Commenti da Facebook