Parma vs Foligno: 66 a 7

Sono passati più di 7 anni dall’ultima meta di Leone Larini in maglia gialloblu. Dopo aver giocato 8 stagioni in Super 10, aver disputato Coppe europee e incontri internazionali, Leone è tornato da quest’anno nello staff gialloblu come vice allenatore della Under 20 e, viste le tante assenze tra la linea dei trequarti di “Mono” Gutierrez e Pablo Berardo, ha deciso di rimettersi gli scarpini e scendere in campo, la settimana scorsa contro l’Ascoli e ieri contro il Foligno. Le mete segnate in questi incontri vanno ad aggiungersi alla già lunghissima serie dei punti totalizzati da questo campione e Silvio Bocchi, memoria storica della Rugby Parma, sarà costretto ad aggiornare qualche statistica.

“Giocare con la maglia della Rugby Parma è sempre un onore”, ha detto a fine partita. Un esempio per tutti.

La cronaca di Rugby Parma vs Foligno, in realtà, è il resoconto di un monologo parmigiano con gli avversari umbri mai apparsi in grado di contrastare efficacemente i padroni di casa né dal punto di vista fisico né  da quello tattico.

La pressione dei gialloblu, sebbene inframmezzata da molti errori, è stata costante e si è concretizzata in ben 10 mete, mentre l’unica marcatura di Foligno è venuta su un intercetto a metà campo. La mischia non ha concesso niente agli avversari, sia nelle fasi statiche che in campo aperto, anzi, spesso ha bucato con delle percussioni la prima linea di difesa attorno ai raggruppamenti e nelle fasi avanzanti di moule non ha quasi mai trovato una resistenza efficace. I trequarti, dopo un inizio un po’ balbettante, si sono ritrovati e hanno imbastito qualche giocata pregevole; come attenuante, il fatto che tre dei giocatori della linea arretrata sono arrivati da poco e il gruppo sta pian piano ricostruendo l’intesa al suo interno.

Dalla settimana prossima comincerà una serie “terribile” di incontri, tutti in trasferta, contro le prime della classe e, in allenamento, sarà quindi necessario concentrarsi su ciò che nella partita di ieri non ha funzionato a dovere:  in primo luogo i troppi errori di handling visti durante il primo tempo.

MAN OF THE MATCH: Leone Larini (estremo)
 
RUGBY PARMA: Larini, Fontana, Rivellini (Azzolini), Ippolito, Popa (Vianello), Vaccari, Taddia, Uriati, Loreti, Colacino, Hauser (Faraj), Mattucci (Castagneti), Poletti, Quagliotti (Bersani), Pelagatti (Salvi); a disposizione: Barbato.
 
MARCATORI:
1° T: 5′ mt Uriati tr Vaccari, 10′ mt Popa tr Vaccari, 15′ mtr Foligno, 25′ mnt Ippolito, 30′ mt Larini tr Vaccari, 39′ mnt Colacino
2° T: 7′ mt Ippolito tr Vaccari, 25′ mt Taddia tr Vaccari, 33′ mt Fontana tr Vaccari, 35′ mt Fontana tr Vaccari, 39′ mt Bersani tr Vaccari
 


Created with Admarket’s flickrSLiDR.

Commenti da Facebook