1° XV: la capolista vince ma fatica

La Rugby Parma cede il passo alla capolista Parabiago al termine di una partita giocata a viso aperto, con un punteggio che non rispecchia quanto visto in campo, considerando che a metà del secondo tempo la differenza era di soli 4 punti. La temuta maul del Parabiago è stata difesa molto bene, così come le touche sono state spesso rubate dai gialloblu, mentre la mischia chiusa ha faticato non poco a contenere quella avversaria, spesso non sfruttando delle buone posizioni per l’attacco.

Il fattore infortuni che ha condizionato questa disgraziatissima stagione non ha risparmiato nemmeno questo incontro, mettendo fuori gioco Rossi già in fase di riscaldamento, Trasatti dopo un quarto d’ora dal fischio d’inizio e Zito e Savina nel finale. Nel caso di Trasatti e Zito si tratta purtroppo di infortuni abbastanza seri che obbligheranno a uno lungo stop i due giocatori  a cui vanno gli auguri di pronta guarigione da parte di tutta la società.

Partenza con un leggero predominio territoriale gialloblu. I lombardi agiscono di rimessa con Murgier su tutti a creare varchi e giocare in offload. Al 5′ i padroni di casa sbagliano un piazzato, ma 4 minuti dopo vanno in meta con una bella azione sulla destra nata da un calcetto finito nelle mani dell’estremo. Al 16′ l’infortunio a Trasatti e l’ingresso in campo di Samuele Pelagatti all’apertura, al debutto tra i seniores ed al rientro dopo una serie di infortuni che lo ha tenuto fuori dai campi per più di due anni. Savina passa estremo. Al 22′ i rossoblu di casa allungano sfruttando un bel grubber sotto ai pali che sorprende la retroguardia ospite. Un giallo a Mazza per antigioco quattro minuti dopo lascia i ragazzi di De Marigny in inferiorità numerica; ciononostante, al 32′ Pelagatti trova un buco nella retroguardia avversaria e va a segno.  Allo scadere, ancora a bersaglio i padroni di casa che segnano da prima fase dopo una mischia ordinata.

Nel secondo tempo i gialloblu sembrano fisicamente più in palla dei lombardi e cominciano a macinare gioco. Al 4′ Massera finalizza con una meta una bella giocata coast to coast da destra a sinistra. Savina, autore dell’ultimo passaggio, viene placcato in ritardo ed è costretto a lasciare il campo per un colpo al ginocchio. Terminati i cambi tra i trequarti, De Marigny deve rivoluzionare di nuovo la formazione con Quagliotti che va a giocare estremo e Slawitz che da terza linea si sacrifica tra i centri in un ruolo non suo.  All’11’ è ancora la Rugby Parma ad andare a segno con Soffredini dopo una maul ben portata oltre la linea di meta. Siamo sul 21 a 17 e la partita è ancora in bilico. Al 22′ una mischia persa nei 10 metri avversari innesca i veloci trequarti di casa che segnano i punti del break definitivo. Allo scadere ancora un piazzato e una meta nata da un lancio in touche sbagliato dagli avanti gialloblu.

Questa sconfitta sembra pesante sul tabellone ma non rispecchia quanto visto in campo – ha dichiarato Roland De Marigny al rientro a Parma – Abbiamo avuto ancora tanta sfortuna sul fronte infortuni, ciononostante abbiamo ‘rischiato’ di vincere o di portare a casa almeno un punto di bonus. Purtroppo, ancora una volta, nei momenti in cui avremmo dovuto essere molto più cinici e maturi, è mancata la concentrazione necessaria per fare punti. Dobbiamo capire che questo è un percorso di crescita. Abbiamo ancora cinque partite in cui dobbiamo fare sempre meglio e cercare di non ripetere gli errori commessi la settimana precedente. La prossima sarà un’altra giornata ‘tosta’, importante. A Sondrio siamo andati molto vicini alla vittoria, domenica in casa siamo intenzionati a disputare un’ottima partita che ci porti dei risultati: i ragazzi se lo meritano.

SCARICA I RISULTATI DELLA GIORNATA E  LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Punteggio: 34-17 (pt 21-5)
Arbitro: Carlo Pastore

RUGBY PARMA: Fontana, Massera, Padovani, Quagliotti, Trasatti (16′ pt Pelagatti S.), Savina (4′ st Gelati), Manganiello, Soffredini, Cavazzini, Slawitz, Cardozo (21′ st Colla), Caselli, Marku (4′ st De Rosa), Sanfelici (21′ st Zito, 35′ st Marku), Mazza (36′ pt Palma); a disposizione: Pelagatti M.

MARCATORI:
1° T: 9′ mt Parabiago tr,  21′ mt Parabiago tr, 32′ mt Pelagatti S. nt, 39′ mt Parabiago tr
2° T: 4′ mt Massera nt, 11′ mt Soffredini tr Quagliotti, 19′ mt Parabiago nt,  37′ cp Parabiago, 39′ mt Parabiago nt

 

 

 

Commenti da Facebook