Campo gara, deliberato il contributo FIR

In occasione della riunione del 16 aprile scorso, in coerenza con l’impegno assunto a garantire il maggior numero possibile di risorse economiche a supporto del movimento, il Consiglio Federale ha deliberato di dotare di 2 milioni di euro il fondo a sostegno del rugby domestico. La distribuzione delle risorse a disposizione del fondo avverrà tramite l’applicazione di un moltiplicatore dell’indicatore di performance e partecipazione di ogni Club all’attività domestica.

Nella stessa riunione sono stati inoltre deliberati contributi a fondo perduto sull’impiantistica per un totale di 440 mila euro. Tra le opere già completate e verificate è inserito anche il rifacimento ed adeguamento del nostro campo gara. A tre anni dalla conclusione dei lavori, finalmente la Rugby Parma vedrà così riconosciuto il relativo contributo FIR di 40 mila euro.

“Accolgo con comprensibile sollievo la notizia che finalmente la Federazione ci darà il contributo a parziale copertura dei costi che abbiamo affrontato anni fa per il completo rifacimento del campo da gioco – ha dichiarato il presidente gialloblù Bernardo Borri – Sottolineo che non si tratta di un aiuto legato all’attuale situazione d’emergenza, ma di un incentivo economico che la FIR normalmente mette a disposizione delle società in caso di realizzazione d’impianti sportivi dedicati al rugby. Questa cifra (che rappresenta soltanto una parte della spesa totale da noi sostenuta e che da tempo ci doveva essere corrisposta) è destinata a chiudere le linee di credito che ci erano state accordate all’epoca dei lavori. La situazione economica generale della Rugby Parma resta pertanto immutata ed in uno stato d’incertezza per il prossimo futuro. Ringrazio comunque la Federazione soprattutto per l’istituzione del fondo per il rugby domestico, dal quale tutte le società di base si aspettano aiuti veloci e concreti per superare l’attuale periodo di crisi”.

 

 

Commenti da Facebook