UNDER 6: Quanta strada fatta…

I brillanti risultati dei ragazzi dell’under 6 alla 11ª edizione del Trofeo Lupo Alberto raccontati da Lorenzo Casali:

Dopo la lunga e bella serata di sabato per la festa della Rugby Parma, sembrava uno sforzo troppo grande alzarsi presto la domenica mattina per andare al Torneo Lupo Alberto.

Appena arrivati sui campi della Cittadella del Rugby, tra i genitori si scherzava un po’ dicendo: “Speriamo di non arrivare in finale, così dopo il pranzo, si rientra tutti a casa, a riposare”. Si scherzava, appunto, perché in fondo tutti ci speravamo; si cercava qualcosa da dire per rompere un po’ il ghiaccio iniziale.

Gli avversari erano di tutto rispetto: Amatori Parma, Lyons Settimo Milanese, Honey Sport City, Nord Milano Multisport, Versilia, Pirati, Highlanders Formigine, Varese, ASR Milano, Civitavecchia, Amatori Verbania, Seregno, Alessandria, CUS Milano, Scandicci, Cinghiali. 18 squadre in tutto, con le due della Rugby Parma, organizzate in 6 gironi.

Dopo la prima vittoria contro il Seregno per 10-0 ci siamo tutti caricati ed è stato sempre un crescendo, con altre tre vittorie fino ad arrivare alla finale contro i cugini temutissimi dell’Amatori Parma.

E guardandovi giocare durante la finale contro gli Amatori veniva da pensare proprio a questo: “Quanta strada avete fatto…”. E la memoria tornava ai primi concentramenti e alle prime partite della stagione in cui eravate impauriti, timorosi, quasi immobili sul campo di fronte agli avversari. Invece oggi i nostri ragazzi hanno dimostrato coraggio, determinazione, forza e convinzione. Hanno combattuto su ogni singola palla, senza lasciarla mai, correndo sempre e ripartendo subito alla prima occasione per arrivare alla meta.

E a pensarci bene questo è quello che ci succede nella vita: con l’aiuto dei genitori, degli insegnanti, degli allenatori e di tutte le persone che sono un riferimento per noi, cresciamo, acquistiamo coraggio in noi stessi e nelle nostre capacità, prendiamo sempre più sicurezza.

Con l’aiuto di Alice, Giulia e Simone siete cresciuti ed avete acquisito sicurezza in voi stessi e nelle vostre capacità.

Sicuramente sono serviti dedizione e sacrifici e il pensiero va alle serate fredde e nebbiose ad aspettare la fine degli allenamenti o alle levatacce della domenica per andare ai tornei, ma il risultato finale è arrivato.

Il risultato finale di oggi ha sicuramente premiato, ma quello che ha colpito di più, è stato il cambiamento e la crescita continua di questo ultimo anno.

Credo che oggi si sia visto nei nostri bambini e negli allenatori l’impegno nelle attività e lo sforzo. Poi certo è arrivato anche il risultato; cosa di più del primo posto può testimoniare questo successo. Ma dovendosi soffermare su un aspetto, penso che sia più importante apprezzare il processo di crescita, che non il giudizio sul risultato finale.

Come hanno sottolineato Alice, Giulia e Simone nel libretto consegnato ad ogni bambino nella giornata di festa di sabato, di strada ne hanno fatta, ma direi: di strada ne abbiamo fatta insieme. Crescere è bello; ma se si cresce insieme è ancora più bello; se è una squadra che cresce insieme, questa parola acquista ancora più significato.

E allora la corsa finale tutti insieme, tenendosi per mano, verso i genitori, i nonni, i fratelli, le sorelle e gli amici è stata emozionante ed ha sintetizzato tutti gli sforzi di questo anno, più di mille parole che si possono dire o scrivere.

E poi la premiazione finale: dopo il momento toccante nel ricordo di Rebecca, è stato sottolineato il valore aggiunto del rugby. Credo che anche questo abbiamo potuto sperimentarlo e viverlo nel corso di questo anno. E’ stato detto che il rugby è uno sport di squadra ed è vero, ma ce ne sono tanti altri che insegnano lo spirito di squadra. La lealtà, il rispetto dell’avversario, il sacrificio come si diceva prima, il coraggio e l’altruismo sono valori propri  del rugby. E poi la condivisione dentro e fuori dal campo al di là del risultato, della partita e del trofeo.

Forse il mio commento non è molto tecnico, ma preferisco lasciare questa parte a chi è più esperto di me.

E allora….

Bravi ragazzi, forza Rugby Parma, viva il rugby.

Ed ecco l’elenco dei nostri mini campioni che hanno partecipato al Trofeo Lupo Alberto suddivisi in due formazioni che si sono qualificate al 1° e al 12° posto: Alessandro C., Alessandro G., Alessio, Carlo, Clement, Diego, Edo, Eleonora, Giacomo, Nicola, Nicoló, Pier Pietro,  Riccardo, Valerio.

UNDER 6 - Stagione 2017/18 - Trofeo Lupo Alberto

Commenti da Facebook