Under 12, un torneo da “gladiatori”

Ecco a voi il superlativo XII Torneo Ortolina Rugby Parma dell’under 12 raccontato da Michele Gazza:

Veni, vidi, vici. Ruspa come Giulio Cesare in occasione del Torneo Ortolina. Al comando delle truppe dell’Under 12, con il prezioso aiuto del luogotenente Matteo (Quaglio assente perché impegnato a fare l’ufficiale di campo), ha sbaragliato le truppe nemiche ed ha fatto l’en-plein: quattro partite, quattro vittorie e premio per il miglior giocatore under 12 del torneo.

Ma andiamo con ordine.

Nella splendida e soleggiata mattina di domenica 25 ottobre, sui campi decentrati denominati La Vela (ma con una depandance di Casa Rugby Parma sempre attiva), i ragazzi dell’Under 12 sono stati divisi in due squadre: squadra blu, nel girone D con Noceto e Cus Milano, e squadra gialla, nel girone B con Cus Verona e Reggio.

Entrambe le squadre sono state protagoniste di prestazioni veramente superlative. I blu, che schieravano quasi tutti i 2004, hanno battuto in rimonta, e non senza soffrire, il Noceto per 2-1 e poi hanno regolato il Cus Milano per 2-0 aggiudicandosi il girone. I gialli, quasi tutti 2005, hanno strapazzato il Cus Verona 4-2 ma hanno dovuto cedere al Reggio 9-1 in virtù della minore età e stazza fisica.

In semifinale la squadra blu se la doveva vedere contro la temutissima Benetton, ma i ragazzi sono stati superlativi ed hanno vinto 3-1. Meno fortunati ma non meno bravi i più giovani della squadra gialla che si sono dovuti arrendere, non senza lottare, al Pesaro per 6-3.

Combattutissime le finali. I piccoli della squadra gialla hanno venduto cara la pelle perdendo di una sola meta contro il Settimo Torinese 5-4 ma la grande attesa era per il pomeriggio, quando la squadra blu è scesa in campo per il primo posto contro il Villorba. La finale è stata emozionante ed i ragazzi della Rugby Parma sono stati semplicemente favolosi portando a casa il trofeo con il punteggio di 4-2. Un trionfo che premia il lavoro di tutta la squadra e che i ragazzi hanno voluto dedicare a Thomas Comelli, sfortunato protagonista di uno scontro di gioco nel quale ha riportato la frattura multipla scomposta della clavicola. Al piccolo ma grandissimo Thomas un immenso abbraccio da parte di tutti nell’attesa di rivederlo protagonista in campo con le sue fantastiche giocate da vero mediano.

Fare dei nomi in questa sede sarebbe antipatico, visto che tutti – sia chi ha marcato le mete che gli altri – sono  stati superlativi, ma non si può non fare un grande applauso a Francesco Ronchini, top scorer del torneo e vincitore del premio per il migliore giocatore. Bravo Francesco! La Rugby Parma confida su di te e su tutti i tuoi compagni per nuove esaltanti avventure sportive.

Commenti da Facebook