UNDER 10: alla soglia del podio a Prato

Ed ecco il 28° Torneo Gispi Rugby Prato dell’under 10:

Nemmeno il tempo di prendere fiato dal precedente torneo che già ci ritroviamo in partenza alle prime ore di una domenica in cui il sole sta ancora dormendo profondamente.

La nostra destinazione stavolta è Prato con la sua 25esima edizione del Trofeo Denti. Abbiamo appena superato l’appennino ed il sole ci fa capire che oggi farà la parte del leone. La sede del torneo, ancora una volta, è molto bella. Non è nostra abitudine vedere i campi incorniciati da splendidi pini marittimi ed essere accolti da una musica a massimo volume che invade i campi.

Vediamo il sorriso sulle labbra del nostro bravo coach Paso e capiamo che una volta tanto la sorte nei nostri confronti non è stata malevola; nel nostro girone non è inserita alcuna squadra battezzata probabile vincitrice del torneo.

Pronti, attenti e via, ci tocca il Sesto Fiorentino, non sarà la squadra migliore ma se vogliamo la vittoria capiamo subito che ce la dovremo sudare tutta fino in fondo, avanziamo infatti nelle mete ma loro replicano puntualmente, alla fine la spuntiamo per 3-2, un buon inizio con una mischia finalmente solida.

Il campo in cui gioca la prima squadra del Prato è stato diviso in quattro, l’organizzazione è perfetta ed è un autentico spettacolo vedere partire in contemporanea quattro match.

Il nostro successivo avversario è una delle tre squadre dei padroni di casa, il Gispi in maglia verde, un colore che ci ricorda dispiaceri. Non ci facciamo intimidire dal tifo locale e mettiamo in campo tutta la nostra voglia di prevalere ed uscire come primi nel nostro girone. Non ce n’è per nessuno, li sovrastiamo senza dare loro modo di ragionare e vinciamo per 6-1.

L’ultimo ostacolo da superare per giungere finalmente all’agognata semifinale che da tempo ci sta sfuggendo, si chiama ASR Milano. Vogliamo a tutti costi entrare fra le prime quatto squadre del torneo e si vede: giochiamo con forza e determinazione; velocemente giungono le prime mete dandoci sempre maggiore fiducia, così la vittoria è netta, finisce 5-0 per noi.

Non ci sembra vero ma siamo finalmente ai piedi del podio del torneo, i salti e le urla di gioia ci rimangono un po’ in gola, veniamo subito a sapere quale sarà la prossima squadra che cercherà di sbarrarci la strada per la finale, il Gispi con maglia a righe. L’abbiamo visto giocare nel campo opposto al nostro e sappiamo che sarà veramente dura. Entriamo in campo intimoriti, con le gambe molli. Va in scena un’autentica Caporetto, il Gispi riesce a mettere in evidenza tutte le nostre lacune e il punteggio finale è impietoso: 11-1 per i nostri avversari. Usciamo dal campo a testa bassa.

Ci aspetta un pasto energetico, nel pomeriggio dovremo giocarci la finale per il 3° posto. Il sole picchia duro dalla mattina ma l’aria è secca così la giornata rimane estremamente piacevole, Come sempre, Casa Parma ci delizia con mille leccornie.

Ed è finale per il podio. Il Modena è il nostro ultimo avversario. Partiamo soffrendo ancora i postumi della batosta precedente e così gli avversari ne approfittano subito: prima che ce ne rendiamo conto e che riusciamo finalmente a reagire siamo già sotto di quattro mete; troppo tardi, perdiamo per 6-1.

Ci siamo fermati alle base del podio. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, siamo quarti su 18 squadre in uno dei più importanti tornei della stagione. Se lo vogliamo vedere mezzo vuoto, la semifinale ci ha storditi; dobbiamo ancora crescere per competere alla pari con le squadre migliori.

Siamo entrati nel bel mezzo della stagione, Non c’è tempo per guardarsi alle spalle, già la prossima domenica ci aspetta un nuovo torneo, una nuova sfida, una nuova rivincita.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti da Facebook