17° posto per l’under 10 al Bottacin

Emanuele Laghi racconta il torneo Bottacin dell’under 10:

Nel buio distinguiamo chiaramente le goccioline di pioggia che si infrangono contro i vetri del pullman che ci sta portando ancora una volta in terra veneta. Il Petrarca Padova ci accoglierà per disputare la 35esima edizione del suo famoso torneo Bottacin. La pioggia è fine e incessante, ma i campi che si presentano ai nostri occhi sono di un verde lussureggiante ed in perfette condizioni.

Quaranta squadre divise in 10 gironi da quattro, under 6, 8, 10 e 12 per un totale di 2300 atleti sono i numeri del torneo, secondo solo al famoso Topolino. E’ una ‘guerra’ annunciata. Gispi Rugby Prato, Junior Rugby Piazzola, Rugby Junior Badia 2.0 sono le squadre del nostro girone.

Ci tocca partire con la più sconosciuta delle tre, Piazzola. Scopriamo che si tratta di un paesino in provincia di Padova. Partiamo agguerriti e giochiamo un bel rugby, andiamo in vantaggio e possiamo anche replicare, ma un paio di leggerezze in attacco trasformano un match dominato in un magro pareggio per 1-1: non è una bella partenza. Poi tocca al Badia. Stavolta non commettiamo errori e dominiamo facilmente; il risultato parla da solo: 4-1 per noi. L’ultimo avversario è il forte Gispi Prato. La ferita non si è ancora rimarginata, a casa loro abbiamo perso 11-0. Speriamo solo che i nostri mini atleti non entrino in campo con il più classico dei timori reverenziali. Li affrontiamo a viso aperto occupando sistematicamente la loro metà campo; dagli spalti non crediamo ai nostri occhi:  loro vanno in vantaggio ma pareggiamo subito (1-1), si lotta su tutte le palle ma alla fine sono loro a spuntarla per 3-1. Peccato, ma abbiamo giocato alla pari con una delle squadre più forti d’Italia. Chiudiamo secondi, lotteremo per l’11° posto.

Le gambe si fanno pesanti, ma abbiamo un nuovo girone da quattro squadre. Sapevamo che sarebbe stata dura. Anche il tempo ci mette del suo; dopo la pioggia si alza un vento tagliente. Rifocilliamo con qualche dolce i nostri ragazzi che sono in piedi dalle 5 del mattino. Tanta strada, ma nel nostro girone ci sono i cugini dell’Amatori Parma, oltre a Parabiago, ASR Milano e Livorno. E’ ora di giocare duro con squadre del nostro livello, ma è proprio in questi frangenti che non diamo il meglio: perdiamo come al solito lo smalto e il buon gioco dei primi match. Con il Livorno finisce 1-1. Uno scatto di orgoglio ci permette di vincere con l’ASR Milano (3-2), ma sono gli ultimi bagliori di una squadra che, con la testa da un’altra parte, sbatte contro il muro degli Amatori perdendo 4-0. Con Parabiago lottiamo fino all’ultimo, ma perdiamo di misura (2-1).

Andiamo finalmente a mangiare nella speranza di riscaldarci un po’, nel pomeriggio ci aspetta la finalina per il 17° posto.

Il tempo si fa finalmente più mite, i ragazzi si sono rifocillati e i genitori sono stati deliziati da Casa Parma che non finisce mai di stupire i propri ospiti. I nostri avversari finali sono i torinesi dell’Ad Maiora Rugby. Giochiamo come il gatto con il topo e li battiamo 7-1 finendo con il sorriso sulle labbra. Il dubbio però è sempre quello di essersi fatti scappare un’altra occasione per fare ancora meglio.

2015/16 - UNDER 10 - Torneo Bottacin

FOTO DI MAURO LANZI

Commenti da Facebook